Regione Veneto

Raccolta denunce per l'approvvigionamento autonomo di acqua per i consumi dell'anno 2020 di utenti domestici

Pubblicata il 13/01/2021

Si ricorda che tutti gli utenti domestici possessori e utilizzatori di pozzi di approvvigionamento autonomo di acqua (a scopo potabile, per annaffiamento giardino/orti, per abbeveraggio bestiame, a scopo ornamentale, geotermico ecc) hanno l'obbligo di trasmettere annualmente la denuncia prevista dall'art. 165 del D.Lgs. 152/2006.
la denuncia non comporta applicazione di corrispettivi, essendo l'approvvigionamento autonomo per scopi domestici consentito a titolo gratuito ai sensi dell'art. 93 del regio Decreto 1775/1993 tuttora vigente.
Questo adempimento, oltre ad essere obbligatorio per legge, ha carattere informativo di fondamentale importanza per consentire al Consiglio di Bacino Brenta di pianificare e attuare le azioni necessarie per la tutela quantitativa e qualitativa della risorsa idrica che è un bene di tutti.
I cittadini sono invitati ad adempiere alla denuncia di approvvigionamento idrico autonomo per i consumi dell'anno 2020 compilando entro il 30 giugno 2021 il modulo internet al quale si accede dal sito www.consigliobacinobrenta.it entrando nella sezione "Denuncia approvvigionamento idrico" e cliccando poi su "Denuncia approvvigionamento idrico autonomo anno 2020".
Per gli utenti produttivi valgono gli obblighi di comunicazione derivanti dalle concessioni in essere rilasciate a ciascuna azienda dal Genio Civile a cui si rinvia.

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto