Regione Veneto

Comunicato del Sindaco del 6 novembre 2020

Pubblicata il 09/11/2020

 
Cari concittadini e concittadine,
in queste settimane il Covid-19 si sta ripresentando anche a San Pietro in Gu. I casi positivi sono aumentati in maniera esponenziale: al momento si contano circa 30 persone, nessuna con sintomi gravi, fortunatamente. Molte sono anche le persone in isolamento domiciliare perché contatti stretti o conviventi di persone positive, e quindi a rischio di contagio. Il momento sta diventando critico, per questo vi invitiamo caldamente ad adottare comportamenti responsabili: chiunque sia in attesa o abbia effettuato un tampone per la ricerca del Covid ha l’obbligo di rimanere in isolamento fiduciario fino a quando non riceve l’esito negativo del test. Anche i familiari e i conviventi devono rimanere in isolamento per evitare di diffondere inconsapevolmente il virus.
Ricordiamo che i medici e i pediatri di base sono i punti di riferimento da contattare in caso di sospetto contagio per cui potranno decidere la misura della quarantena (che varrà anche per l'Inps) e il tracciamento delle persone che sono state a contatto con il loro assistito.
 
COSA FARE IN CASO DI COVID
Sospetti di essere stato a contatto con persone positive al Covid?
Sei un contatto stretto che può contrarre il virus se nelle 48 ore precedenti:
- hai avuto un contatto con una persona positiva, faccia a faccia, a meno di 2 metri, per almeno 15 minuti, senza mascherina o dispositivi di protezione;
- abiti con una persona risultata positiva al test;
- hai avuto un contatto fisico diretto, es. la stretta di mano;
- sei stato in un ambiente chiuso, es. stanza d’attesa, sala riunioni o mezzo di trasporto a meno di 2 metri per almeno 15 minuti, senza mascherina o con dispositivi di protezione non idonei;
- hai toccato oggetti che possono contenere il virus, es. bicchieri, fazzolettini, mascherine usate.
Se ritieni di rientrare in uno di questi casi, devi avvisare subito il medico e rimanere in isolamento domiciliare monitorando l’eventuale comparsa dei sintomi.
 
Non sei un contatto stretto, e sei solo un contatto occasionale, se ad esempio abiti nello stesso condominio, lavori nello stesso reparto ma a distanza, incontri le persone per strada o nei locali pubblici per meno di un quarto d’ora, mantieni comunque il distanziamento sociale e usi i dispositivi di protezione. In questo caso non necessiti di tamponi e isolamento fiduciario.
 
Sei stato avvisato di essere entrato in contatto con una persona risultata positiva al Covid?
Puoi ricevere una telefonata o un messaggio dall’Ulss o direttamente dalla persona interessata. Contatta il tuo medico per eseguire un tampone rapido e inizia subito l’isolamento domiciliare obbligatorio per 10 giorni. Al 10° giorno puoi effettuare un tampone rapido, prescritto dal tuo medico, per verificare la tua negatività al Covid.
 
Sei un parente o un convivente di una persona positiva?
Devi stare in isolamento domiciliare per 10 giorni dalla data del riscontro positivo della persona convivente, anche se sei asintomatico e con tampone negativo. Dal 10° giorno puoi effettuare un tampone rapido, prescritto dal tuo medico, per verificare la tua negatività al Covid.
 
Quali sono i sintomi del Covid-19?
  • tosse, mal di gola, raffreddore con difficoltà respiratoria
  • febbre ≥ 37,5°C e brividi
  • vomito e diarrea (episodi ripetuti accompagnati da malessere, soprattutto nei bambini)
  • perdita del gusto e/o perdita dell’olfatto (in assenza di raffreddore)
  • mal di testa intenso
 
Quando una persona è contagiosa?
Il periodo infettivo può iniziare uno o due giorni prima della comparsa dei sintomi (si considerano 48 ore) ma è probabile che le persone siano più contagiose durante il periodo sintomatico.
 
Quando è necessario effettuare il tampone per la ricerca del Covid-19?
In presenza di sintomatologia sospetta, il pediatra/medico di medicina generale richiede tempestivamente il test diagnostico e lo comunica al Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss.
 
COSA SUCCEDE SE C’È UN CASO DI COVID A SCUOLA?
Vengono attuate misure diverse a seconda della classe frequentata.
 
Asilo, scuola dell'infanzia e primo anno scuola primaria: il bambino fa un primo tampone rapido, se dà esito positivo esegue anche il tampone molecolare prescritto dalla pediatra e, in attesa dell’esito, tutta la classe deve rimanere a casa. Se l’esito del tampone molecolare è negativo tutti tornano a scuola; se l’esito è positivo tutta la classe continua a restare a casa in isolamento fino a 10 giorni dal primo tampone. La scuola attiva il Dipartimento prevenzione dell'ULSS che organizza i tamponi a tutta la classe o, su indicazione della scuola, i genitori contattano la pediatra che invierà loro una mail con l'impegnativa per fare il tampone.
Durante il periodo di isolamento della classe, finché non vengono effettuati i tamponi ai bambini, i genitori non sono in isolamento fiduciario.
 
Dal 2° anno della scuola primaria alla secondaria: se c’è un solo caso positivo il resto della classe può continuare regolarmente l’attività in presenza rispettando le misure anti-Covid. Se ci sono più casi, viene disposta la quarantena su valutazione del Dipartimento prevenzione dell'ULSS e si procede come per la scuola dell’infanzia.
In caso di dubbio i referenti sono la pediatra e i medici di base.
 
SINTESI DELLE NORME GENERALI CHE TUTTI DEVONO RISPETTARE, IN VIGORE FINO AL 3 DICEMBRE 2020, salvo nuove indicazioni da parte delle Autorità competenti.
 
MASCHERINE E DISTANZIAMENTO: è obbligatorio avere sempre con sé e indossare la mascherina di protezione, anche all’aperto, oltre a rispettare il distanziamento di almeno un metro e il lavaggio accurato e frequente delle mani. È inoltre raccomandato il rispetto di queste misure anche all'interno delle abitazioni in presenza di persone non conviventi.
 
RIMANERE NEL COMUNE DI RESIDENZA: è fortemente raccomandato di non spostarsi dal proprio Comune, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi.
 
PARCHI: è consentito l'accesso nel rigoroso rispetto del divieto di assembramento nonché della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. È anche consentito svolgervi attività sportiva o attività motoria purché sia rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri.
 
FESTE: sono vietate nei luoghi al chiuso e all’aperto, comprese quelle conseguenti alle cerimonie.
 
SERVIZI ALLA PERSONA: sono consentite le attività nel rispetto dei protocolli vigenti e delle linee guida.
 
LAVORO: è raccomandata la differenziazione dell’orario di ingresso del personale anche da parte dei datori di lavoro privati. È fortemente raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile.
 
FUNZIONI RELIGIOSE: è consentito l'accesso ai luoghi di culto con misure organizzative per evitare assembramenti di persone; le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti.
 
NORME PER LA RACCOLTA RIFIUTI
Le mascherine possono essere infette: maneggiatele con cura ed evitate di abbandonarle per terra.
Gettate nel SECCO rinforzando i sacchi (due o tre sacchetti uno dentro l'altro):
- mascherine e guanti
- fazzoletti in carta usati in caso di raffreddore.
Se in famiglia ci sono casi positivi al Covid dovete mettere tutti i rifiuti di casa nel secco indifferenziato usando l’accortezza, a tutela degli operatori, di chiudere bene i sacchetti con lacci o nastro adesivo.
 
SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE E ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE
Per far fronte alle difficoltà che si ripresentano in questo periodo, vi riportiamo le agevolazioni a disposizione della cittadinanza e per ogni ulteriore approfondimento siamo a disposizione contattando il numero dell’Ufficio Segreteria 049 9458112.
 
“Bonus alimentare”. Sono in programma due nuovi bandi per il mese di novembre, rivolti anche alle persone che si trovano necessariamente in isolamento domiciliare con riduzioni dello stipendio e non protette da ammortizzatori sociali. Potranno accedere al bonus le persone che sono state danneggiate dall’emergenza covid, chi è in condizioni di necessità e le persone con disabilità o fragilità. Tutte le informazioni per fare la richiesta, il modulo e il testo del bando sono disponibili nel sito internet www.comune.sanpietroingu.pd.it o direttamente in Comune.
 
Spesa a domicilio. Per le persone anziane, sole, con fragilità o difficoltà di movimento è possibile chiamare il numero 3357327706 dal lunedì al sabato, con orario 9 - 12 per richiedere la consegna a domicilio di generi alimentari e farmaci.
 
Decreto Ristoro, in sintesi le misure a sostegno dei lavoratori e dei settori produttivi connesse all'epidemia da covid:
•Contributi a fondo perduto per imprese e partite IVA
•Prorogata la cassa integrazione ordinaria, in deroga e di assegno ordinario
•Reddito di emergenza
•Esonero dal versamento dei contributi previdenziali
•Credito d’imposta sugli affitti esteso ai mesi di ottobre, novembre e dicembre
•Cancellata la seconda rata IMU per gli immobili in cui si svolgono attività interessate dalle restrizioni
•Sostegno allo sport dilettantistico e indennità per i lavoratori sportivi
•Contributo a fondo perduto per le filiere di agricoltura e pesca
 
Orari uffici comunali. Finché l’emergenza non sarà conclusa, e per assicurare la dovuta sicurezza sanitaria per voi e per il personale degli uffici e per ridurre i tempi di permanenza all’interno dell’edificio, vi invitiamo a richiedere l'appuntamento:
  • telefonando al numero 049 9458111 (dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30, il martedì anche dalle 15.00 alle 18.00)
  • scrivendo una mail a uff.segreteria@comune.sanpietroingu.pd.it
Per essere sempre aggiornati visitate il sito www.comune.sanpietroingu.pd.it
seguite la pagina Facebook.com/eventisanpietroingu e il canale Telegram Comune San Pietro in Gu.
 
NUMERI DI TELEFONO UTILI PER CONTATTARE PEDIATRE E MEDICI DI FAMIGLIA
Il numero telefonico del call center per contattare i medici di famiglia è 840 000 484: è possibile prenotare un appuntamento e richiedere le ricette attraverso il sito https://servizi.tesanonline.it/utap/prenota/
Dott.ssa Tombolan e Dott. Pertile durante gli orari di ambulatorio, tel. 049 5991556
Dott.ssa Ferrarin durante gli orari di ambulatorio, tel. 049 9455123
Dott. Dalla Via, Dott. Mastinu e Dott.ssa Bernardi durante gli orari di ambulatorio, tel. 049 9426180
Dott. Anello e Dott.ssa Turi durante gli orari di ambulatorio, tel. 049 9490518
Dott. Brogliati Giorgio lunedì-venerdì orario 8-20 tel. 333 3706623
sabato e domenica tramite sms
Dott. Brogliati Maurizio durante gli orari di ambulatorio, tel. 049 5960449
Pediatra Dott.ssa Temporin durante gli orari di ambulatorio, tel. 353 4157221;
segreteria 049 0965167
Pediatra Dott.ssa Andreola durante gli orari di ambulatorio, tel. 049 9431083;
mail: barbaraandreola1@gmail.com
 
In caso di urgenze, per difficoltà respiratoria o per richiedere l’invio immediato di un’ambulanza chiamate il 118.
 
Sono sicuro che con il senso di responsabilità riusciremo ancora una volta a tenere sotto controllo la situazione e tutelare la salute di tutti.
 
                                                                                       Il Sindaco
                                                                                     Paolo Polati


 
 




COMUNICATO DEL SINDACO
26 OTTOBRE 2020
 
Cari concittadini e concittadine,
in queste settimane il Covid-19 si sta riaffacciando anche a San Pietro in Gu: attualmente ci sono 8 casi positivi tra cui anche dei bambini. La situazione è sotto controllo e nelle scuole è stato attivato il protocollo di sicurezza, con l’Ulss che coordina le attività di vigilanza sanitaria.
 
Ricordiamo che i medici e i pediatri di base sono i punti di riferimento da contattare in caso di sospetto contagio.
 
Facciamo anche presente che chiunque sia in attesa o abbia effettuato un tampone naso-faringeo ha l’obbligo di rimanere in isolamento fiduciario fino a quando non riceve l’esito negativo del test.
 
 
NUOVO DPCM DEL 24/10/2020
IN VIGORE DA LUNEDI’ 26 OTTOBRE FINO AL 24 NOVEMBRE 2020
 
Ecco una sintesi delle misure introdotte:
MASCHERINE E DISTANZIAMENTO: è obbligatorio avere sempre con sé la mascherina di protezione, anche all’aperto, e rispettare il distanziamento di almeno un metro. È inoltre raccomandato il rispetto di queste misure anche all'interno delle abitazioni in presenza di persone non conviventi.
RIMANERE NEL COMUNE DI RESIDENZA: è fortemente raccomandato di non spostarsi dal proprio Comune, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi.
LOCALI PUBBLICI: devono esporre un cartello con il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente all’interno.
PARCHI: è consentito l'accesso ai parchi e ai giardini pubblici nel rigoroso rispetto del divieto di assembramento nonché della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. È anche consentito svolgervi attività sportiva o attività motoria purché sia rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri.
EVENTI SPORTIVI: sono sospesi gli eventi e le competizioni degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive riconosciuti di interesse nazionale dal CONI, nei settori professionistici e dilettantistici nonché le sedute di allenamento degli atleti agonisti, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico.
PALESTRE/CENTRI CULTURALI E RICREATIVI: sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi. Sono consentite le attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, nel rispetto del distanziamento sociale e senza alcun assembramento.
SPETTACOLI: sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto. Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso.
FESTE: sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose.
ABITAZIONI PRIVATE: è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza;
CONVEGNI/FIERE: sono possibili solo con modalità a distanza;
SCUOLA: l’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza. Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari al 75 per cento delle attività, e prevedono ingressi non prima delle 9,00.
RISTORANTI/BAR: le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle 5.00 fino alle 18.00. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Resta consentita la ristorazione da asporto e con consegna a domicilio, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
ATTIVITA’ COMMERCIALI: le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni.
SERVIZI ALLA PERSONA: restano consentite le attività nel rispetto dei protocolli vigenti e delle linee guida.
LAVORO: è raccomandata la differenziazione dell’orario di ingresso del personale anche da parte dei datori di lavoro privati. È fortemente raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile.
FUNZIONI RELIGIOSE: è consentito l'accesso ai luoghi di culto con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e il distanziamento; le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni.
 
Per informazioni aggiornate:
http://www.governo.it/it/articolo/coronavirus-il-presidente-conte-firma-il-dpcm-del-24-ottobre-2020/15503
 
Sono sicuro che con il senso di responsabilità riusciremo a tenere sotto controllo la situazione e tutelare la salute di tutti.
 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Prot_Par 0012118 del 26-10-2020 - Documento Comunicato 26 ottobre 2020.pdf 372.71 KB
Allegato Comunicato 06 novembre 2020.pdf 462.42 KB

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto